1. Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa devi sapere
  2. Occhi rossi nel cane: quali sono le cause e i sintomi
  3. Accarezzare il gatto: sai farlo nel modo giusto?
  4. Malattie del furetto: quali sono le più comuni?
  5. Giochi per furetti domestici: quali bisogna acquistare?
  6. Parco del Pizzorne: passeggiata con fido in primavera
  7. Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?
  8. Cimurro nel cane: cos’è e come riconoscerla
  9. Polpastrelli secchi nei nostri amici a 4 zampe: come idratarli
  10. Sulla neve con fido: Alpi Orobiche e il Rifugio Capanna 2000
  11. Accessori per cincillà: eccone alcuni che non devono mai mancare
  12. Cincillà come animale domestico: ecco alcune informazioni utili
  13. Noduli cutanei nel cane: c’è da preoccuparsi?
  14. Piante per acquari d’acqua dolce: ecco quali scegliere
  15. Furetto domestico: sfatiamo qualche mito su questo animale
  16. Rogna canina: come riconoscerla e prevenzione
  17. Giochi per gatti: ecco alcuni da acquistare per placare i loro istinti
  18. Tenia nel gatto: cosa devi sapere di questo parassita
  19. Filaria nel cane: trattamento e prevenzione contro questa malattia
  20. Scarpe per cani: la diatriba tra i favorevoli e i non
  21. Gengivostomatite nei gatti: quali sono le cause e i sintomi
  22. Sindrome da autodeplumazione nei pappagalli: di cosa si tratta
  23. Spiaggia per cani: Il Santos, passare le vacanze al mare in Puglia
  24. Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate
  25. Malattia di Lyme: cos’è e come fare a riconoscerla
  26. Val di Fassa: itinerari per una vacanza da sogno con Fido
  27. Svezzamento cuccioli: cos’è e perchè devono stare con la mamma
  28. Escursione con Fido al Parco Nazionale del Gran Paradiso
  29. Tartarughiere e accessori per il tuo amico d’acqua dolce
  30. Unghie dei cani: la guida essenziale per mantenerle sane e forti
  31. Crocchette per cani pressate a freddo: perchè sono le migliori
  32. Migliore acquario Juwel per neofiti: guida alla scelta 
  33. Acquario d’acqua dolce: cosa devi sapere
  34. Sapevi che lo stress nel gatto è una malattia mentale comune?
  35. Gabbie per pappagalli, le migliori soluzioni da interno ed esterno
  36. I disturbi cutanei nel gatto sono molto comuni: ecco cosa sapere
  37. Quali sono le specie di pappagallo da poter tenere in casa
  38. Shampoo per cani: i migliori per il tuo amico a 4 zampe
  39. Vacanza con fido: dove godersi il mare a Rimini con il tuo cane
  40. E’ in arrivo un gatto in casa? Ecco cosa devi sapere
  41. Forasacchi in arrivo: l’incubo per chi possiede un amico a 4 zampe
  42. Pettorina per animali: come scegliere quella giusta
  43. Tartaruga d’acqua dolce: come prendersene cura
  44. Antiparassitari per cani e gatti: spot-on VS collare
  45. Le migliori lettiere per gatto: guida all’acquisto
  46. I migliori dispenser di acqua per il tuo gatto e cane
  47. Campanelli d’allarme per capire se il tuo cane non sta bene
  48. Alimentazione del coniglio domestico: quello che forse non sapevi
  49. Quando e come pulire le orecchie del cane: ecco alcuni consigli

In questo articolo abbiamo parlato delle nostre amiche tartarughe d’acqua dolce e come prendercene cura, ma oggi parleremo delle tartarughiere e come scegliere quella giusta per il loro benessere.

La tartarughiera deve garantire un equilibrio tra acqua e aria, una temperatura costante e la giusta illuminazione. In questo articolo esploreremo l’importanza della scelta della tartarughiera giusta per il tuo pet e farle crescere in salute.

Cosa sono le tartarughiere

In linea generale, le tartarughiere sono dei contenitori d’acqua dove la tartaruga può nuotare e riposare, ma la scelta della giusta casa per il tuo pet è molto importante e dipende da diversi fattori.

Esistono molti tipi diversi di tartarughiere disponibili sul mercato, ma comunemente troviamo tre versioni: quelle in plastica con una zona emersa sempre in materiale plastico (quelle che si trovano alle fiere per intenderci), quelle in vetro e poi le vasche per tartarughe che hanno le dimensioni di un acquario.

tartarughiere

Le dimensioni della tartarughiera sono molto importanti, poiché se troppo piccola può limitare il movimento delle tartarughe e compromettere la loro salute. Come abbiamo detto, crescono rapidamente e quindi è necessario scegliere una casa che sia abbastanza grande per nuotare e abbia spazio sufficiente per riposarsi.

Attenzione anche al numero di individui che volete ospitare, in quanto più tartarughe ci sono e più frequente dovrà essere la pulizia e il cambio d’acqua. Se avete una tartaruga in casa o volete acquistarne una, chiedete consiglio a un esperto del settore che vi mostrerà le migliori soluzioni per le tue esigenze e quelle del tuo animale.

Tartarughiera in plastica o in vetro?

Le tartarughiere in vetro e le vasche sono generalmente considerate migliori delle tartarughiere in plastica per le tartarughe d’acqua dolce. Ci sono diverse ragioni per questo.

In primo luogo, le tartarughiere in vetro e le vasche sono generalmente più resistenti e durature rispetto alle versioni in plastica. Le tartarughe possono graffiarne e danneggiarne le pareti, specialmente quando diventano più grandi e forti, ma le tartarughiere in vetro e le vasche sono meno suscettibili ai graffi e alle lesioni.

Inoltre, possono essere più facili da pulire, poiché le superfici lisce e non porose del vetro impediscono la crescita di batteri e alghe, oltre al fatto che possono fornire una maggiore visibilità delle tartarughe, permettendoti di monitorare più facilmente la loro attività e il loro comportamento.

Tartarughiere e accessori per il tuo amico d'acqua dolce

Le tartarughiere in vetro e le vasche anche se costano di più, offrono molti vantaggi per le tartarughe d’acqua dolce e acquistare un litraggio maggiore già all’inizio, gli permetterà di muoversi liberamente e senza ostacoli.

Litraggi

Il litraggio della vasca per le tartarughe d’acqua dolce è un aspetto importante da considerare per garantire il benessere delle tartarughe. Il litraggio minimo raccomandato per una singola tartaruga d’acqua dolce adulta è di almeno 38 litri, ma questo valore può variare a seconda della specie di tartaruga e delle sue dimensioni.

Ad esempio, la tartaruga dall’orecchio rosso (Trachemys scripta elegans) adulta di medie dimensioni, richiederà una vasca di almeno 150-200 litri; hanno bisogno di molto spazio per nuotare e muoversi, quindi è importante selezionare una vasca abbastanza grande per soddisfare le loro esigenze. Inoltre, è importante ricordare che più tartarughe sono presenti nella vasca, maggiore sarà il litraggio necessario per garantire il benessere di tutte le tartarughe.

Ricordiamo anche che hanno bisogno di una parte emersa dove potersi arrampicare, per respirare, mangiare e riposare anche fuori dall’acqua.