1. Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa devi sapere
  2. Occhi rossi nel cane: quali sono le cause e i sintomi
  3. Accarezzare il gatto: sai farlo nel modo giusto?
  4. Malattie del furetto: quali sono le più comuni?
  5. Giochi per furetti domestici: quali bisogna acquistare?
  6. Parco del Pizzorne: passeggiata con fido in primavera
  7. Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?
  8. Cimurro nel cane: cos’è e come riconoscerla
  9. Polpastrelli secchi nei nostri amici a 4 zampe: come idratarli
  10. Sulla neve con fido: Alpi Orobiche e il Rifugio Capanna 2000
  11. Accessori per cincillà: eccone alcuni che non devono mai mancare
  12. Cincillà come animale domestico: ecco alcune informazioni utili
  13. Noduli cutanei nel cane: c’è da preoccuparsi?
  14. Piante per acquari d’acqua dolce: ecco quali scegliere
  15. Furetto domestico: sfatiamo qualche mito su questo animale
  16. Rogna canina: come riconoscerla e prevenzione
  17. Giochi per gatti: ecco alcuni da acquistare per placare i loro istinti
  18. Tenia nel gatto: cosa devi sapere di questo parassita
  19. Filaria nel cane: trattamento e prevenzione contro questa malattia
  20. Scarpe per cani: la diatriba tra i favorevoli e i non
  21. Gengivostomatite nei gatti: quali sono le cause e i sintomi
  22. Sindrome da autodeplumazione nei pappagalli: di cosa si tratta
  23. Spiaggia per cani: Il Santos, passare le vacanze al mare in Puglia
  24. Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate
  25. Malattia di Lyme: cos’è e come fare a riconoscerla
  26. Val di Fassa: itinerari per una vacanza da sogno con Fido
  27. Svezzamento cuccioli: cos’è e perchè devono stare con la mamma
  28. Escursione con Fido al Parco Nazionale del Gran Paradiso
  29. Tartarughiere e accessori per il tuo amico d’acqua dolce
  30. Unghie dei cani: la guida essenziale per mantenerle sane e forti
  31. Crocchette per cani pressate a freddo: perchè sono le migliori
  32. Migliore acquario Juwel per neofiti: guida alla scelta 
  33. Acquario d’acqua dolce: cosa devi sapere
  34. Sapevi che lo stress nel gatto è una malattia mentale comune?
  35. Gabbie per pappagalli, le migliori soluzioni da interno ed esterno
  36. I disturbi cutanei nel gatto sono molto comuni: ecco cosa sapere
  37. Quali sono le specie di pappagallo da poter tenere in casa
  38. Shampoo per cani: i migliori per il tuo amico a 4 zampe
  39. Vacanza con fido: dove godersi il mare a Rimini con il tuo cane
  40. E’ in arrivo un gatto in casa? Ecco cosa devi sapere
  41. Forasacchi in arrivo: l’incubo per chi possiede un amico a 4 zampe
  42. Pettorina per animali: come scegliere quella giusta
  43. Tartaruga d’acqua dolce: come prendersene cura
  44. Antiparassitari per cani e gatti: spot-on VS collare
  45. Le migliori lettiere per gatto: guida all’acquisto
  46. I migliori dispenser di acqua per il tuo gatto e cane
  47. Campanelli d’allarme per capire se il tuo cane non sta bene
  48. Alimentazione del coniglio domestico: quello che forse non sapevi
  49. Quando e come pulire le orecchie del cane: ecco alcuni consigli

Curare il mantello del nostro amico a 4 zampe gli dona sicuramente una sensazione di benessere non solo alla vista, in quanto il loro pelo li protegge sia dalle stagioni che dai parassiti. Tuttavia, richiedere una cura costante, per evitare il formarsi di nodi fastidio e sotto pelo eccessivo. E’ quindi molto importante scegliere la spazzola per cani e gatti apposita per loro e la loro tipologia di mantello.

Nulla toglie l’appuntamento obbligatorio dal vostro toelettatore di fiducia che si occuperà di lavare e curare il vostro amico a 4 zampe come solo un professionista sa fare!

Come si scegliere la spazzola giusta?

Ciò che ai proprietari di cani e gatti sfugge è che non basta acquistare la prima spazzola che capita a tiro per pettinare il vostro pet. Infatti, ogni cane e gatto ha una tipologia di mantello che richiede una cura e spazzolatura precisa.

Dunque, conoscere il proprio animale anche sotto questo punto di vista vi aiuterà a mantenerlo in ordine e pulito in poco tempo e sforzo. Vediamo alcune tipologie nel dettaglio:

spazzola per cani e gatti

Pelo lungo

Alcune razze di cane come il Collie, il Golden Retriever, il Levriero afgano hanno un pelo molto lungo e impegnativo da tenere in ordine, specialmente se è abituato a stare all’esterno. La formazione dei nodi è all’ordine del giorno, come anche l’aumento di sottopelo (altro non è che pelo morto) e anche il rischio di catturare piante e insetti che portano in casa.

Prendersi cura di un cane a pelo lungo richiede un certo impegno, che può risultare stressante anche al cane stesso. Il discorso vale anche per il gatto, come il persiano, specialmente se esce spesso da casa.

Il primo consiglio è sicuramente quello di abituare il vostro cucciolo alle spazzolate, così che da adulto questo passaggio lo possa ritenere come routine da fare al ritorno da una passeggiata. Anche il gatto può essere abituato a essere spazzolato.

Per cani a pelo lungo, è consigliabile una spazzola a setole lunghe e morbide che rimuove con delicatezza il pelo morto. In alternativa, per cani che hanno molto sottopelo si consiglia il cardatore ovvero una spazzola a setole metalliche arrotondate sottili e fitte, perfette per rimuovere anche il sottopelo più difficile (come negli Husky che non hanno un pelo non molto lungo ma lanoso). Questa spazzola va utilizzata con delicatezza, per evitare di fare male al cane o al gatto.

Spazzola per cani e gatti a pelo corto

Sfatiamo il mito che avere un cane o gatto a pelo corto è avvantaggiato! In molti casi, questo non è affatto vero anzi, è anche peggio. Infatti, il pelo essendo più piccolo e sottile si insinua facilmente nelle maglie di indumenti, coperte e divani specialmente in periodo di muta o se hanno un’alimentazione poco equilibrata.

Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?

Come razze di cane possiamo citare il Pincher, il Dalmata e il Doberman tra i più conosciuti, mentre tra i gatti abbiamo i Siamesi, il Russian blue e il Certosino; nonostante abbiano il pelo corto, alcune razze necessitano di più spazzole per una pulizia quotidiana e profonda. In generale, tra gli accessori consigliati in grado di svolgere egregiamente il lavoro di pulizia del mantello nella loro quotidianità, c’è il guanto con le setole in gomma.

In alternativa, la spazzola per cani e gatti a con i denti lisci è l’ideale in quanto sono flessibili e molto morbide; in questo modo eviterete di causare graffi e irritazioni sulla pelle del vostro pet a pelo corto, come invece purtroppo accade con le spazzole a filo.

Pelo riccio

Un’altra tipologia di pelo più impegnativa da curare è quello riccio, tipici nelle razze di cani quali il Barboncino, il Bichon Frisè e il Lagotto romagnolo, mentre tra i gatti possiamo citare il Selkirk Rex, Devon Rex e LaPerm.

Questa tipologia di manto è particolare e richiedere una spazzola giusta, al fine di evitargli dolori dovuto al pelo tirato durante la spazzolatura fino anche a irritazioni. Chi lo ha più folto e chi meno, in generale la spazzola ideale sarebbe un cardatore volumizzante apposito per cani e gatti con questa tipologia di pelo, che consente di togliere la sporcizia e allo stesso tempo dare volume ai ricci, senza romperli ma soprattutto senza creargli irritazioni.

Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?

Tuttavia, se avete dubbi sulla tipologia di spazzola per cani e gatti da utilizzare o come si utilizza, si consiglia di chiedere informazioni al vostro toelettatore di fiducia; con la sua preparazione ed esperienza vi aiuterà nell’acquisto perfetto.