1. Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa devi sapere
  2. Occhi rossi nel cane: quali sono le cause e i sintomi
  3. Accarezzare il gatto: sai farlo nel modo giusto?
  4. Malattie del furetto: quali sono le più comuni?
  5. Giochi per furetti domestici: quali bisogna acquistare?
  6. Parco del Pizzorne: passeggiata con fido in primavera
  7. Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?
  8. Cimurro nel cane: cos’è e come riconoscerla
  9. Polpastrelli secchi nei nostri amici a 4 zampe: come idratarli
  10. Sulla neve con fido: Alpi Orobiche e il Rifugio Capanna 2000
  11. Accessori per cincillà: eccone alcuni che non devono mai mancare
  12. Cincillà come animale domestico: ecco alcune informazioni utili
  13. Noduli cutanei nel cane: c’è da preoccuparsi?
  14. Piante per acquari d’acqua dolce: ecco quali scegliere
  15. Furetto domestico: sfatiamo qualche mito su questo animale
  16. Rogna canina: come riconoscerla e prevenzione
  17. Giochi per gatti: ecco alcuni da acquistare per placare i loro istinti
  18. Tenia nel gatto: cosa devi sapere di questo parassita
  19. Filaria nel cane: trattamento e prevenzione contro questa malattia
  20. Scarpe per cani: la diatriba tra i favorevoli e i non
  21. Gengivostomatite nei gatti: quali sono le cause e i sintomi
  22. Sindrome da autodeplumazione nei pappagalli: di cosa si tratta
  23. Spiaggia per cani: Il Santos, passare le vacanze al mare in Puglia
  24. Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate
  25. Malattia di Lyme: cos’è e come fare a riconoscerla
  26. Val di Fassa: itinerari per una vacanza da sogno con Fido
  27. Svezzamento cuccioli: cos’è e perchè devono stare con la mamma
  28. Escursione con Fido al Parco Nazionale del Gran Paradiso
  29. Tartarughiere e accessori per il tuo amico d’acqua dolce
  30. Unghie dei cani: la guida essenziale per mantenerle sane e forti
  31. Crocchette per cani pressate a freddo: perchè sono le migliori
  32. Migliore acquario Juwel per neofiti: guida alla scelta 
  33. Acquario d’acqua dolce: cosa devi sapere
  34. Sapevi che lo stress nel gatto è una malattia mentale comune?
  35. Gabbie per pappagalli, le migliori soluzioni da interno ed esterno
  36. I disturbi cutanei nel gatto sono molto comuni: ecco cosa sapere
  37. Quali sono le specie di pappagallo da poter tenere in casa
  38. Shampoo per cani: i migliori per il tuo amico a 4 zampe
  39. Vacanza con fido: dove godersi il mare a Rimini con il tuo cane
  40. E’ in arrivo un gatto in casa? Ecco cosa devi sapere
  41. Forasacchi in arrivo: l’incubo per chi possiede un amico a 4 zampe
  42. Pettorina per animali: come scegliere quella giusta
  43. Tartaruga d’acqua dolce: come prendersene cura
  44. Antiparassitari per cani e gatti: spot-on VS collare
  45. Le migliori lettiere per gatto: guida all’acquisto
  46. I migliori dispenser di acqua per il tuo gatto e cane
  47. Campanelli d’allarme per capire se il tuo cane non sta bene
  48. Alimentazione del coniglio domestico: quello che forse non sapevi
  49. Quando e come pulire le orecchie del cane: ecco alcuni consigli

Andare a spasso con il proprio amico a 4 zampe è uno dei momenti più belli e gratificanti per ogni proprietario. Tuttavia, è importante scegliere i giusti accessori per assicurare la massima sicurezza e il massimo comfort al nostro amico a quattro zampe; in questo articolo parleremo della pettorina per animali.

Ogni cane ha bisogni specifici che dipendono dalla sua taglia, dal suo temperamento, dal tipo di attività che svolge e dalle esigenze del proprietario. Inoltre, esistono anche pettorine specifiche per gatti e altri accessori che possono migliorare la loro esperienza durante le passeggiate.

Ma sei sicuro di saper scegliere quello giusto per te e il tuo amico a 4 zampe?

Cosa sapere sulle pettorine

Ci sono pettorine e pettorine! Scegliere la giusta pettorina non è sempre facile e spesso ci si ritrova con un prodotto che va troppo largo o troppo stretto, che provoca irritazioni e lesioni nel caso di cani che tirano al guinzaglio, magari di bassa qualità con la possibilità che si rompa e il cane scappi.

Un primo fattore da considerare è che le pettorine per cani e gatti non sono uguali, ma differiscono principalmente per la loro forma e struttura. Le pettorine per cani solitamente coprono un’area più ampia del torace e possono essere dotate di cinture o anelli per il guinzaglio, mentre le pettorine per gatti sono generalmente più piccole e leggere, con un design adatto alle dimensioni e alla flessibilità del corpo felino.

Inoltre, ricordiamo che le pettorine sono state progettate per distribuire uniformemente la pressione sul corpo dell’animale, riducendo il rischio di lesioni o disagi. Fatta questa premessa, passiamo a capire quali sono i fattori da considerare quando si acquista una pettorina nuova!

Pettorina per animali: come scegliere quella per il tuo cane

Innanzitutto, la taglia e il peso del cane sono fattori fondamentali da tenere in considerazione. Una pettorina proporzionata alla taglia del cane e in grado di supportare il suo peso in modo sicuro e confortevole può prevenire lesioni e disagi durante le passeggiate.

Ma forse questo lo sapevi già, ciò che ti sfuggiva è che se il tuo cane ama correre e giocare, è ovvio che dovrai optare per un modello più flessibile e che gli dia la possibilità di muoversi liberamente, rispetto a modelli un pò più “contenitivi”. Ad esempio, il modello martingala che garantisce libertà al tuo cane ma anche resistenza se al guinzaglio.

Se il cane è vivace e attivo, una pettorina anti-strappo o un modello con una maggiore area di copertura del torace potrebbe essere più indicata per garantire il massimo controllo durante le passeggiate, dando la possibilità al tuo animale di sfogare le proprie energie. Se il cane è addestrato a fare attività sportiva o a tirare, una pettorina specifica per questa attività potrebbe essere necessaria per garantire la massima sicurezza durante l’esercizio fisico.

Il tipo di pelliccia del cane può influire sulla scelta della pettorina. Alcune pettorine possono essere scomode o irritanti per alcune tipologie di pelliccia, quindi è importante scegliere una pettorina che non causi fastidi alla pelle del cane. E’ sempre opportuno scegliere un prodotto fatto con materiali di qualità, traspiranti e morbidi.

E per il gatto invece?

Chi dice che il nostro amico felino debba stare in casa? Se il tuo gatto ama passeggiare con te ed è abituato alla presenza di altre persone e animali intorno a lui, con la giusta pettorina anche lui potrà godere di splendide giornate al parco.

Come per il cane, anche il gatto ha bisogno di una pettorina adeguata alla sua corporatura; dunque non deve essere ne troppo larga ma neanche troppo stretta in quanto potrebbe causargli fastidi e stress.

Inoltre, il tipo di pettorina dipende dal carattere e dalle abitudini del gatto. Ad esempio, per i gatti più timidi e paurosi, una pettorina morbida e confortevole potrebbe essere la scelta migliore per garantire il massimo comfort e ridurre l’ansia del gatto.

Se invece il gatto è abituato a camminare al guinzaglio o a fare passeggiate all’aperto, potrebbe essere necessaria una pettorina con maggiore sostegno, adatta anche per i gatti più attivi e giocosi. In questo caso, consigliamo di agganciare alla pettorina un campanello.

Anche in questo caso, i materiali devono essere di ottima qualità e traspiranti.