1. Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa devi sapere
  2. Occhi rossi nel cane: quali sono le cause e i sintomi
  3. Accarezzare il gatto: sai farlo nel modo giusto?
  4. Malattie del furetto: quali sono le più comuni?
  5. Giochi per furetti domestici: quali bisogna acquistare?
  6. Parco del Pizzorne: passeggiata con fido in primavera
  7. Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?
  8. Cimurro nel cane: cos’è e come riconoscerla
  9. Polpastrelli secchi nei nostri amici a 4 zampe: come idratarli
  10. Sulla neve con fido: Alpi Orobiche e il Rifugio Capanna 2000
  11. Accessori per cincillà: eccone alcuni che non devono mai mancare
  12. Cincillà come animale domestico: ecco alcune informazioni utili
  13. Noduli cutanei nel cane: c’è da preoccuparsi?
  14. Piante per acquari d’acqua dolce: ecco quali scegliere
  15. Furetto domestico: sfatiamo qualche mito su questo animale
  16. Rogna canina: come riconoscerla e prevenzione
  17. Giochi per gatti: ecco alcuni da acquistare per placare i loro istinti
  18. Tenia nel gatto: cosa devi sapere di questo parassita
  19. Filaria nel cane: trattamento e prevenzione contro questa malattia
  20. Scarpe per cani: la diatriba tra i favorevoli e i non
  21. Gengivostomatite nei gatti: quali sono le cause e i sintomi
  22. Sindrome da autodeplumazione nei pappagalli: di cosa si tratta
  23. Spiaggia per cani: Il Santos, passare le vacanze al mare in Puglia
  24. Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate
  25. Malattia di Lyme: cos’è e come fare a riconoscerla
  26. Val di Fassa: itinerari per una vacanza da sogno con Fido
  27. Svezzamento cuccioli: cos’è e perchè devono stare con la mamma
  28. Escursione con Fido al Parco Nazionale del Gran Paradiso
  29. Tartarughiere e accessori per il tuo amico d’acqua dolce
  30. Unghie dei cani: la guida essenziale per mantenerle sane e forti
  31. Crocchette per cani pressate a freddo: perchè sono le migliori
  32. Migliore acquario Juwel per neofiti: guida alla scelta 
  33. Acquario d’acqua dolce: cosa devi sapere
  34. Sapevi che lo stress nel gatto è una malattia mentale comune?
  35. Gabbie per pappagalli, le migliori soluzioni da interno ed esterno
  36. I disturbi cutanei nel gatto sono molto comuni: ecco cosa sapere
  37. Quali sono le specie di pappagallo da poter tenere in casa
  38. Shampoo per cani: i migliori per il tuo amico a 4 zampe
  39. Vacanza con fido: dove godersi il mare a Rimini con il tuo cane
  40. E’ in arrivo un gatto in casa? Ecco cosa devi sapere
  41. Forasacchi in arrivo: l’incubo per chi possiede un amico a 4 zampe
  42. Pettorina per animali: come scegliere quella giusta
  43. Tartaruga d’acqua dolce: come prendersene cura
  44. Antiparassitari per cani e gatti: spot-on VS collare
  45. Le migliori lettiere per gatto: guida all’acquisto
  46. I migliori dispenser di acqua per il tuo gatto e cane
  47. Campanelli d’allarme per capire se il tuo cane non sta bene
  48. Alimentazione del coniglio domestico: quello che forse non sapevi
  49. Quando e come pulire le orecchie del cane: ecco alcuni consigli

Gli occhi rossi nel cane può essere dovuto a molti fattori; può essere un caso isolato che si cura facilmente, mentre altre volte può trattarsi di una patologia più grave.

L’argomento è vasto e complesso in quanto l’occhio rosso può essere anche la conseguenza di un problema a un altro organo; suggeriamo di rivolgersi al proprio veterinario di fiducia per un controllo più approfondito. Ma vediamo alcune cause e sintomi che portano il rossore agli occhi del cane.

Cause che possono portare ad occhi rossi nel cane

Una possibile causa che porta il vostro cane ad avere gli occhi rossi è la congiuntivite , ovvero una infiammazione della sottile membrana mucosa che riveste la superficie anteriore dell’occhio e della palpebra interna. Se in forma lieve non porta gravi complicazione, si può facilmente trattare con una terapia apposita fornita dal vostro veterinario.

La congiuntivite porta oltre che all’arrossamento dell’occhio anche altri sintomi, come lacrimazione eccessiva, muco e anche pus giallo-verde. I motivi per cui il nostro amico a 4 zampe può avere una congiuntivite sono molteplici:

  • allergia di vario tipo, come il polline;
  • la presenza di corpi estranei;
  • secchezza oculare;
  • è stato a contatto con agenti irritanti, come fumo o prodotti chimici;
  • graffi o traumi simili all’occhio.
occhi rossi nel cane
Foto di Pixabay

Quando vediamo che l’occhio è rosso, la prima cosa da fare è non toccarlo con le mani sporche ma lavarle e igienizzarle. Eventualmente, utilizzare un dischetto di cotone bagnato per rimuovere muchi e pus e portarlo dal veterinario per una visita più accurata.

Infezioni oculari

L’occhio del cane può essere colpito da diverse tipologie di infezione, che hanno come conseguenza proprio l’infiammazione dell’occhio e quindi il rossore. Tra queste infezione abbiamo la cheratite, ovvero una patologia che colpisce la cornea la quale si appanna e diventa opaca.

La cheratite infettiva è abbastanza comune nel cane, ma anche nel gatto e nei cavalli e possono purtroppo portare alla cecità dell’animale se non viene curata in tempo. Le cause di questa malattia infettiva possono essere batteri, virus e parassiti.

La cataratta nel cane

Come nelle persone, anche i cani possono soffrire di cataratta e gli occhi rossi sono un sintomo di questa malattia. In particolare, implica la perdita della trasparenza del cristallino – che serve a mettere a fuoco le immagini sulla retina – e si crea una sorta di pellicola giallastra.

Solitamente, la cataratta si presenta con l’invecchiamento ma può essere anche:

  • congenita, ovvero nel corredo cromosomico può esserci un gene che porta a questa patologia;
  • metabolico, ovvero dovuta al diabete ed ha una mutazione molto rapida;
  • nutrizionali, specialmente nei cuccioli;
  • traumatiche, ovvero traumi diretti come una perforazione e presenza di corpi estranei.

Occhi rossi nel cane: l’epifora

L’epifora è una malattia comune nei cani di razza come i barboncini o i maltesi e consiste nella presenza di una macchia marroncina o rossastra sotto l’occhio, che porta a una lacrimazione eccessiva e quindi all’arrossamento dell’occhio.

Si tratta per lo più di un fattore estatico, ma altre volte potrebbe essere sintomo di una malattia più grave come infezioni e infiammazioni, ostruzione dei dotti di drenaggio, allergie e problemi congeniti.

Come possiamo vedere, gli occhi rossi nel cane possono essere conseguenze di altre patologie o causate da tante malattie e fattori. E’ molto importante non prendere iniziative fai-da-te senza consultare il parere di un esperto veterinario.

Questo articolo è stato scritto solo a titolo informativo e non vuole sostituire in alcun modo il parere del veterinario. Per ogni dubbio o comportamento anomalo, chiamare il proprio veterinario di fiducia o la clinica veterinaria a voi più vicina.