1. Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa devi sapere
  2. Occhi rossi nel cane: quali sono le cause e i sintomi
  3. Accarezzare il gatto: sai farlo nel modo giusto?
  4. Malattie del furetto: quali sono le più comuni?
  5. Giochi per furetti domestici: quali bisogna acquistare?
  6. Parco del Pizzorne: passeggiata con fido in primavera
  7. Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?
  8. Cimurro nel cane: cos’è e come riconoscerla
  9. Polpastrelli secchi nei nostri amici a 4 zampe: come idratarli
  10. Sulla neve con fido: Alpi Orobiche e il Rifugio Capanna 2000
  11. Accessori per cincillà: eccone alcuni che non devono mai mancare
  12. Cincillà come animale domestico: ecco alcune informazioni utili
  13. Noduli cutanei nel cane: c’è da preoccuparsi?
  14. Piante per acquari d’acqua dolce: ecco quali scegliere
  15. Furetto domestico: sfatiamo qualche mito su questo animale
  16. Rogna canina: come riconoscerla e prevenzione
  17. Giochi per gatti: ecco alcuni da acquistare per placare i loro istinti
  18. Tenia nel gatto: cosa devi sapere di questo parassita
  19. Filaria nel cane: trattamento e prevenzione contro questa malattia
  20. Scarpe per cani: la diatriba tra i favorevoli e i non
  21. Gengivostomatite nei gatti: quali sono le cause e i sintomi
  22. Sindrome da autodeplumazione nei pappagalli: di cosa si tratta
  23. Spiaggia per cani: Il Santos, passare le vacanze al mare in Puglia
  24. Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate
  25. Malattia di Lyme: cos’è e come fare a riconoscerla
  26. Val di Fassa: itinerari per una vacanza da sogno con Fido
  27. Svezzamento cuccioli: cos’è e perchè devono stare con la mamma
  28. Escursione con Fido al Parco Nazionale del Gran Paradiso
  29. Tartarughiere e accessori per il tuo amico d’acqua dolce
  30. Unghie dei cani: la guida essenziale per mantenerle sane e forti
  31. Crocchette per cani pressate a freddo: perchè sono le migliori
  32. Migliore acquario Juwel per neofiti: guida alla scelta 
  33. Acquario d’acqua dolce: cosa devi sapere
  34. Sapevi che lo stress nel gatto è una malattia mentale comune?
  35. Gabbie per pappagalli, le migliori soluzioni da interno ed esterno
  36. I disturbi cutanei nel gatto sono molto comuni: ecco cosa sapere
  37. Quali sono le specie di pappagallo da poter tenere in casa
  38. Shampoo per cani: i migliori per il tuo amico a 4 zampe
  39. Vacanza con fido: dove godersi il mare a Rimini con il tuo cane
  40. E’ in arrivo un gatto in casa? Ecco cosa devi sapere
  41. Forasacchi in arrivo: l’incubo per chi possiede un amico a 4 zampe
  42. Pettorina per animali: come scegliere quella giusta
  43. Tartaruga d’acqua dolce: come prendersene cura
  44. Antiparassitari per cani e gatti: spot-on VS collare
  45. Le migliori lettiere per gatto: guida all’acquisto
  46. I migliori dispenser di acqua per il tuo gatto e cane
  47. Campanelli d’allarme per capire se il tuo cane non sta bene
  48. Alimentazione del coniglio domestico: quello che forse non sapevi
  49. Quando e come pulire le orecchie del cane: ecco alcuni consigli

Una delle malattie più frequenti nei cani è la malattia di Lyme, chiamata anche Borreliosi ma non è sempre facile riconoscerla, se non dopo delle analisi precise e un controllo del veterinario, causata dalle zecche (sì, sempre loro).

Ecco perchè dopo una passeggiata, soprattutto nei boschi, è buona norma controllare con attenzione ogni parte del corpo del vostro cane e pettinarlo, oltre a somministrare regolarmente i farmaci anti-parassitari.

malattia di lyme

Cos’è la Malattia di Lyme

Si tratta di una patologia comune tra i cani causata da un batterio chiamato Borrelia burgdorferi, che viene trasmesso attraverso le zecche, questi parassiti si attaccano alla pelle dei cani per nutrirsi del loro sangue.

La particolarità di questo batterio è che può essere trasmesso agli esseri umani; essendo una sindrome multi-sistemica, può intaccare diversi organi e tessuti del nostro corpo. Ma tra poco vedremo i sintomi nel cane e nelle persone. E’ invece molto importante conoscere questo genere di malattia, per poter intervenire in tempo.

Infatti, i tempi di reazioni sono diversi a seconda del tipo di Borreliosi e alla tempestività nel trattare la puntura. Essendo un batterio antropozoonosi, viene trasmetto dall’animale all’uomo attraverso il morso.

Quali sono i sintomi

Trattandosi del morso di una zecca, sul cane è possibile notare un rigonfiamento o trovarla ancora attaccata alla cute. In questo caso, se non si è pratici dell’estrazione della zecca è bene affidarsi alle mani esperte di un veterinario, perchè è proprio durante il processo di estrazione che può rigurgitare i batteri ma anche attraverso le feci.

malattia di lyme

Nel cane i sintomi possono essere diversi, ma alcuni sono indicativi della possibilità che il vostro amico a 4 zampe abbia contratto la malattia, tra cui:

  • zoppia e infiammazione delle articolazioni: ovvero può mostrare un’andatura irregolare o manifestare dolore nell’appoggio di una o più zampe o ancora avere difficoltà a camminare;
  • latergia: ovvero stanchezza, spossatezza e debolezza;
  • perdita di appetito: è uno dei sintomi più comuni nel cane quando sta male;
  • febbre: dovuta proprio all’infezione causata dal batterio.

Anche gli umani possono contrarre questa malattia, sia attraverso il proprio cane ma anche dal morso diretto della zecca sul corpo. I loro morsi sono infatti indolori, in quanto emettono una tossina anestetizzante; tuttavia, tra le cause che possono farci pensare di aver contratto la malattia abbiamo eruzioni cutanee, affaticamento, febbre, mal di testa, sintomi influenzali e altri ancora che possono variare da persona a persona.

Sia nel cane che per l’uomo, quando si ha il sospetto di un possibile morso di zecca si consiglia di chiamare il veterinario (nel caso ovviamente del vostro animale) che provvederà a fare tutti gli accertamenti e i controlli, e il medico o persona competente nel caso dell’uomo.

Questo articolo è stato scritto solo a titolo informativo e non vuole sostituire in alcun modo il parere del veterinario. Per ogni dubbio o comportamento anomalo, chiamare il proprio veterinario di fiducia o la clinica veterinaria a voi più vicina.