1. Alimentazione delle tartarughe d’acqua dolce: cosa devi sapere
  2. Occhi rossi nel cane: quali sono le cause e i sintomi
  3. Accarezzare il gatto: sai farlo nel modo giusto?
  4. Malattie del furetto: quali sono le più comuni?
  5. Giochi per furetti domestici: quali bisogna acquistare?
  6. Parco del Pizzorne: passeggiata con fido in primavera
  7. Spazzola per cani e gatti: hai davvero quella giusta per loro?
  8. Cimurro nel cane: cos’è e come riconoscerla
  9. Polpastrelli secchi nei nostri amici a 4 zampe: come idratarli
  10. Sulla neve con fido: Alpi Orobiche e il Rifugio Capanna 2000
  11. Accessori per cincillà: eccone alcuni che non devono mai mancare
  12. Cincillà come animale domestico: ecco alcune informazioni utili
  13. Noduli cutanei nel cane: c’è da preoccuparsi?
  14. Piante per acquari d’acqua dolce: ecco quali scegliere
  15. Furetto domestico: sfatiamo qualche mito su questo animale
  16. Rogna canina: come riconoscerla e prevenzione
  17. Giochi per gatti: ecco alcuni da acquistare per placare i loro istinti
  18. Tenia nel gatto: cosa devi sapere di questo parassita
  19. Filaria nel cane: trattamento e prevenzione contro questa malattia
  20. Scarpe per cani: la diatriba tra i favorevoli e i non
  21. Gengivostomatite nei gatti: quali sono le cause e i sintomi
  22. Sindrome da autodeplumazione nei pappagalli: di cosa si tratta
  23. Spiaggia per cani: Il Santos, passare le vacanze al mare in Puglia
  24. Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate
  25. Malattia di Lyme: cos’è e come fare a riconoscerla
  26. Val di Fassa: itinerari per una vacanza da sogno con Fido
  27. Svezzamento cuccioli: cos’è e perchè devono stare con la mamma
  28. Escursione con Fido al Parco Nazionale del Gran Paradiso
  29. Tartarughiere e accessori per il tuo amico d’acqua dolce
  30. Unghie dei cani: la guida essenziale per mantenerle sane e forti
  31. Crocchette per cani pressate a freddo: perchè sono le migliori
  32. Migliore acquario Juwel per neofiti: guida alla scelta 
  33. Acquario d’acqua dolce: cosa devi sapere
  34. Sapevi che lo stress nel gatto è una malattia mentale comune?
  35. Gabbie per pappagalli, le migliori soluzioni da interno ed esterno
  36. I disturbi cutanei nel gatto sono molto comuni: ecco cosa sapere
  37. Quali sono le specie di pappagallo da poter tenere in casa
  38. Shampoo per cani: i migliori per il tuo amico a 4 zampe
  39. Vacanza con fido: dove godersi il mare a Rimini con il tuo cane
  40. E’ in arrivo un gatto in casa? Ecco cosa devi sapere
  41. Forasacchi in arrivo: l’incubo per chi possiede un amico a 4 zampe
  42. Pettorina per animali: come scegliere quella giusta
  43. Tartaruga d’acqua dolce: come prendersene cura
  44. Antiparassitari per cani e gatti: spot-on VS collare
  45. Le migliori lettiere per gatto: guida all’acquisto
  46. I migliori dispenser di acqua per il tuo gatto e cane
  47. Campanelli d’allarme per capire se il tuo cane non sta bene
  48. Alimentazione del coniglio domestico: quello che forse non sapevi
  49. Quando e come pulire le orecchie del cane: ecco alcuni consigli

L’estate è una delle stagioni più difficili per i nostri amici a 4 zampe e i proprietari. Il caldo per cani e gatti è un problema molto serio e come proprietari responsabili, si deve essere pronti a saper affrontare eventuali colpi di calore. Purtroppo, spesso il caldo torrido causa la morte dei nostri amici pet ma con i giusti consigli e seguendo delle regole da adottare proprio durante l’estate, anche i vostri animali potranno affrontare insieme a voi l’estate in tranquillità e godendosi le vacanze.

Ecco qualche consiglio utile per cani e gatti che ogni proprietario dovrebbe adottare, per garantire la salute del suo pet.

Non tosare completamente il pelo del tuo animale

Uno degli errori più frequenti che i proprietari fanno quando arriva il caldo estivo, è proprio quello di tosare il proprio cane o gatto. In realtà, il pelo funge da protezione per i nostri animali e tosarglielo significherebbe esporli ai raggi UV e quindi alle scottature solari. Un pò come per noi esseri umani, con la differenza che la nostra pelle è diversa e possiamo utilizzare le creme solari.

caldo per cani e gatti

Il pelo del cane e del gatto è un isolante termico che contribuisce nel regolare la temperatura corporea, anche durante l’inverno; inoltre, può trattenere l’aria vicino al corpo, fornendo un effetto rinfrescante e protettivo. La tosatura eccessiva può interrompere questo meccanismo di termoregolazione naturale, rendendo l’animale meno adattabile alle fluttuazioni di temperatura.

Una delle funzioni più importanti che ha il pelo sull’animale è la protezione da insetti e irritazioni causati da punture; infatti, il mantello funge da pellicola contro i morsi di zecche e punture di zanzare che – come sappiamo bene – possono trasmettere malattie ai nostri amici a 4 zampe.

Dunque, il primo consiglio per chi ha un animale a pelo lungo è quello di non tosare completamente il pelo ma sfoltirlo. I professionisti del settore sapranno consigliarvi la giusta lunghezza e trattamento. Per gli animali a pelo corto, è bene adottare altri accorgimenti molto utili in quanto il caldo per cani e gatti che hanno questa tipologia di pelo, possono essere più soggetti al colpi di calori.

Caldo per cani e gatti: non uscire nelle ore più calde

Questo è uno dei consigli di cui si sente molto parlare ma che – purtroppo – non viene mai seguito e spesso i vostri pet vengono colpiti dai “colpi di calore” e forte disidratazione.

Infatti, è preferibile portare a passeggiare i vostri amici a 4 zampe nelle ore più fresche come la mattina presto e nel tardo pomeriggio, ancora meglio approfittare della sera per una passeggiata più lunga e rilassante.

Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate

Tuttavia, non sempre si ha la possibilità di approfittare delle ore più fresche per portare a fare i bisogni il vostro cane. In questo caso potrete optare per un dog sitter che si occuperà di lui per conto vostro, o in alternativa trovare un parco o un posto con vegetazione e alberi che formano ombra. Adesso spieghiamo perchè.

Sull’asfalto, la temperatura può arrivare anche a 70 °C nelle ore più calde e questo potrebbe essere molto rischioso per il tuo animale, con scottature e irritazioni dei cuscinetti delle zampe fino anche ad avere ustioni molto gravi. Per assicurarti se l’asfalto è troppo caldo, puoi fare la prova con la tua mano: se ti scotti allora anche il tuo cane lo percepisce e non è il caso. Al massimo, puoi utilizzare le scarpe per cani per proteggerlo.

Se è possibile, porta il tuo cane o gatto a passeggiare in un parco dove c’è tanto verde e alberi. La chioma degli alberi funge da protezione dai raggi e anche dalla temperatura, con una riduzione anche di 8-10 °C.

Non bagnare il tuo animale con acqua molto fredda

Altro errore molto comune e probabilmente fatto in buona fede, è quello di bagnare il proprio animale con acqua molto fredda o ghiacciata. Questo è sbagliatissimo, in quanto gli potreste causare uno shock termico improvviso, crampi muscolari e difficoltà respiratorie, potreste abbassare troppo la sua temperatura corporea e causargli l’ipotermia e il restringimenti dei vasi sanguigni.

Quindi fate molta attenzione e non sottovalutate questo aspetto; un’alternativa sarebbe bagnare con acqua a temperatura ambiente un panno o indumento di cotone che non usate più e passarglielo sul corpo, come una pulizia. Le parti più calde sono la pancia, le ascelle, le zampe e il collo.

Caldo per cani e gatti: come proteggerli e rinfrescarli in estate

Inoltre, potreste bagnare le zampe al vostro amico a 4 zampe, sempre con acqua fresca ma non troppo fredda e ripetere questi passaggi 2 o 3 volte al giorno. Attenzione a non esporli al getto dell’aria condizionata, soprattutto se hanno il pelo bagnato!

Queste sono delle regole base da adottare quando arriva l’estate, in quanto il caldo per cani e gatti può essere letale, oltre ad assicurargli acqua fresca e pulita tutti i giorni. Se li portate con voi, portatevi dietro una bottiglietta fresca dedicata al vostro amico a 4 zampe.